Medicina

Ho frequentato molti posti e molti sapienti, ma ho imparato solo quello che mi interessava e si confaceva con la mia indole. Ad un professore mezzacalzetta della Clinica medica di Siena, quando mi disse di non andare a studiare in America, gli feci una pernacchia e lo mandai a quel paese. Fare il Medico era per me una missione contro la sofferenza, ma mi sono comportato come Don Chisciotte tra i mulini a vento. Nel 1996 fui denunciato per aver prescritto la morfina ad un malato terminale e finii su Rai 3 a “Mi manda Lubrano“.

Ora, che sono libero in pensione, le mie ricerche continuano perché la scienza non da risposte, ma pone domande.  Potrei benissimo zappare l’orto se la medicina avesse trovato la cura del cancro, ma oggi le persone continuano a morire di cancro sempre di più e sempre più giovani.
Il “China Study” ha illuminato la mia medicina e indicato la strada per uscire dal tunnel del cancro. La filosofia buddista mi ha insegnato a guardare la realtà nel suo insieme.
Il libro “L’alimentazione nella prevenzione del cancro” è nato dal desiderio di continuare ad aiutare coloro che hanno la “sfortuna di un cancro”. Con il sorriso sul viso i pensieri fugaci si trasformano in una riflessione, una ricerca, un sogno, una critica. Provocatore di pensiero, goliardico, ironico, antipatico a molti, ricercatore senza fine…….

Nel 1990 il Dott. Benedetti, che gestiva un Ospice nell’Ohio, mi insegnò che il dolore è il 5° segno vitale.

I segni della vita terrena sono cinque:
1) respirazione,
2) battito cardiaco,
3) pressione arteriosa,
4) temperatura,
5) dolore.

Queste sono le fondamenta della medicina occidentale. In Asia non si studiano i settori, ma l’insieme della persona. il dolore si chiama sofferenza e non c’è dicotomia tra corpo e mente.
La sofferenza dell’uomo è un insieme concatenato tra corpo, mente e spirito. Sfortunatamente, la difficoltà di capire la vita spinge i medici ad un approccio riduzionista.  Lo sanno i pazienti quando si sentono dire “La mando da un altro  specialista perché non è il mio settore”.
Il China Study insegna che per vincere il “dolore/sofferenza” bisogna avere una mentalità olistica.

Ippocrate: “Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”