Dove vivo

Dato che il Creatore mi ha dato due piedi, uno lo tengo in Italia a Montalcino nel podere di mio Padre e l’altro in Tailandia nella casa sul fiume di mia Moglie a Nakon Chai Si.

Toscana mia.  A 600 metri di altezza sui colli più alti di Montalcino tra aria e terre pulite ascolto il vento di scirocco che porta il caldo. Dalla primavera all’autunno vivo nel vecchio podere “il Cocco“. Intorno ci sono vigneti di brunello, olivi, prati, boschi di leccio, querce e pini. Mio Padre è l’unico della famiglia ad aver conservato la sua parte di eredità dello zio Gino. Tutto il contado intorno alla Villa A Tolli era suo. Sicuramente ancora oggi passeggia per le sue terre a cavallo con il largo cappello a guardare come il tempo cambia il paesaggio. I miei figli hanno raccolto l’opportunità di vivere in campagna e portano avanti il lavoro agricolo e l’agriturismo all’insegna del rispetto della natura.

Bangkok. L’inverno mi chiama nel clima equatoriale della Tailandia. Lì vivo tranquillo nel Caos di 20 milioni di persone a 30 minuti dal centro di Bangkok. Tutte le comodità sono a chilometro zero. In italia poer prendere il pane tocca fare la fila, in Tailandia no, la gente lavora e sorride quando ti parla. La mattina mi sveglio con  il canto dei galli e le melodie della moschea mussulmana poco distante dal tempio buddista. Chi mi domanda come passo il tempo rispondo: “tranquillo, studio, mi diverto, scrivo e parlo con chi mi vuole parlare”. I momenti di relax li trascorro sul fiume a Nakon ChaiSi in casa di mia Moglie.

Monastero di Tamkrabok. Questo è un posto con un significato speciale. Quando mi recai volontario nell’Ospedale da campo a nord di Puket la mia identità era offuscata dalle bassezze che subivo nel Polliclinico. Lì ho conosciuto me stesso e il monastero è diventata la mia seconda casa. Molti amici sono scomparsi ma non le loro parole, i loro sguardi e la loro energia. A Thamkrabok non sono mai solo, altri amici altre persone, in una vita che trascorre fuori dalla mia dimensione esistenziale.

Stampa questa pagina
translate